Inanellamento di un Astore

Catturato e inanellato ad Arosio (CO) un raro esemplare di Astore
Presso l'Osservatorio lombardo un giovane maschio è finito nelle reti dell'impianto pochi giorni fa.


Come reso noto dall’ANUUMigratoristi, da alcuni anni il falco Astore ha iniziato a nidificare in direzione della pianura,
 puntando su boschi maturi in cui la vegetazione rappresenta il riparo ideale per le sue abitudini, soprattutto dal punto di vista riproduttivo.
 La presenza di questo rapace pressi l’Osservatorio di Arosio (in provincia di Como) non è una rarità e a cadenza annuale
 lo si può scorgere mentre va alla ricerca di cibo. Cinque giorni fa, sabato 3 settembre 2016, uno di questi esemplari
 è finito nelle reti dell’impianto lombardo mentre veniva monitorata l’avifauna nel corso della migrazione post-nuziale.


 
Si tratta di un giovane maschio che è nato nell’anno solare in corso e che ha destato grande interesse nei tecnici dell’osservatorio stesso.
 In effetti, la cattura e l’inanellamento di questi rapaci (molto utili in ambito venatorio) sono fondamentali per approfondirne lo studio.

I primi due inanellamenti sono avvenuti a distanza di sei anni l’uno dall’altro: il primo (una femmina giovane) risale all’agosto del 2009,
 il secondo (un giovane maschio) allo stesso mese del 2015.
 L’Astore viene giustamente definito maestoso e si è aggiunto agli altri rapaci che a volte vengono catturati ad Arosio,
 vale a dire lo sparviere, il gheppio, il lodolaio, la poiana, il nibbio e i rari smeriglio, albanella e nibbio reale.

© 2015 A.I.F.M Associazione Italiana Falconeria Moderna - Via Bellini 23 - 20823 Lentate Sul Seveso (MB)