STATUTO

AIFM

1. GLI OBBIETTIVI
 
L'Associazione Italiana Falconeria Moderna si propone di dare una nuova immagine alla falconeria, valorizzando il passato ed aggiornando il presente. La falconeria è l'arte e la tecnica dell'addestrare al volo i falchi, (acquisiti a norma di legge) e con la caccia porta a compimento un processo naturale, che implica che il falco, predatore al vertice della catena alimentare, uccida per nutrirsi. Si vuole ampliare la classica formula, ormai povera di significato: " La falconeria è la caccia con il falco", ed integrarla con una nuova visione del falconiere, cacciatore ed amante della natura. Il falconiere di questa associazione si identifica nella cultura antica (es. Federico II°), nella cultura moderna ( falconeria internazionale), nella caccia, nell'amore per la natura (es. il falco pellegrino salvato dalla probabile estinzione), nella riproduzione dei rapaci e nell'utilizzo sociale (controllo animali nocivi).
 
L'associazione, in cooperazione con le autorità  preposte ai vari settori, si prefigge di:
 
•legare l'attività al settore della scuola organizzando corsi o interventi sull'ambiente indirizzando i giovani  alla conservazione delle risorse naturali, tramite la regolamentazione della caccia nel rispetto della natura
 
•creare uno spazio maggiore all'interno delle associazioni venatorie, di cui siamo parte, per ottenere una legislazione più specifica per le nostre esigenze
 
•promuovere iniziative "naturalistiche" come la sorveglianza dei siti di nidificazione, l'organizzazione di eventuali reinserimenti in natura, l'istituzione di un centro veterinario specializzato nel recupero di uccelli feriti o malati
 
•organizzare spettacoli di rievocazione storica o come dimostrazione di volo a scopo educativo e di informazione                                                     
 
L'associazione non persegue fine politico o speculativo.
 
A.I.F.M. ha sede presso il domicilio del Presidente o in un altro recapito deliberato dal Consiglio.
 
A.I.F.M. ha durata illimitata.
 
 
2. NORME  PER  DIVENTARE  FALCONIERE
 
Potrà chiedere di diventare falconiere quel socio, che in possesso della licenza di caccia  o permessi regolarmente rilasciati dalla autorità competenti, possieda sufficienti capacità e conoscenze per addestrare e far volare con successo un falco. Qualora in possesso di un falco avrà la responsabilità di tenerlo in sistemazione idonea e in perfetta condizione fisica. Le caratteristiche di cui sopra dovranno essere verificate da parte di una commissione composta da almeno due falconieri attivi che l' approveranno all'idoneità.   
 
3. CONDOTTA DEI SOCI
 
Tutti i soci si impegnano ad osservare scrupolosamente le leggi ed i regolamenti nazionali concernenti in particolare l' acquisizione, la detenzione, lo scambio e l'utilizzo dei rapaci.
 
Tutti i soci che entreranno in possesso di informazioni utili all'associazione o ai suoi membri avranno il dovere di informare tempestivamente la segreteria che provvederà alla loro diffusione.
 
Tutti i soci sottoporranno per iscritto suggerimenti e proposte al Consiglio.
 
 
 
PARTE  SECONDA
 
 
ORGANI STATUTARI:
 
1. SOCI:
 
  • Soci falconieri.
 
I soci falconieri sono quei soci ordinari che hanno conseguito il titolo di falconiere, godono del pieno diritto di voto e possono essere eletti nel Consiglio, pagano l'intera quota associativa.
Non possono essere iscritti come soci Falconieri, tutti coloro che sono iscritti come tali presso altre organizzazioni  o associazioni di falconeria  
 
  • Soci ordinari o aspiranti falconieri.
 
I soci ordinari (o aspiranti falconieri) sono quei soci che sono in attesa di conseguire il titolo di falconiere. Hanno diritto di voto solo dopo 12 mesi dalla data di iscrizione con comprovata partecipazione alla vita associativa, non possono essere eletti nel consiglio e pagano l'intera quota associativa.
Non possono essere iscritti come soci ordinari, tutti coloro che sono iscritti come tali presso altre organizzazioni  o associazioni di falconeria
 
  • Soci simpatizzanti Falconieri
 
I soci simpatizzanti Falconieri, sono quei soci che pur avendo conseguito il titolo di Falconiere, non possono essere iscritti come tali alla nostra associazione.
Hanno il diritto di partecipare a tutte le attività sociali, ma non possono votare ne essere eletti a cariche direttive. Pagano una quota associativa ridotta. 
 
  • Soci simpatizzanti
 
I soci simpatizzanti sono quei soci che hanno diritto di partecipare a tutte le attività sociali, non possono votare ne essere eletti a cariche direttive. Pagano una quota associativa ridotta.
                  
Ovviamente i soci simpatizzanti e simpatizzanti falconieri, pur avendo il diritto di partecipare a tutte le attività sociali, non potranno godere di tutti i vantaggi riservati ai soci ordinari e ai soci falconieri (ad esempio gadget, capi di selvaggina gratuiti, contributi su cene ecc.) Salvo diverse disposizioni del consiglio direttivo.       
 
 
Chiunque voglia far parte di questa associazione in qualità di socio falconiere o socio ordinario, dovrà presentare regolare domanda che dovrà essere approvata dal Consiglio o dalla maggioranza dei soci. In caso di risposta affermativa sarà tenuto a versare la quota associativa alla tesoreria.
 
L'accettazione di soci simpatizzanti è invece a discrezione di chi effettua l'acquisizione.
 
Si considerano soci tutti coloro che avranno versato la quota associativa nei termini e nei modi stabiliti dal Consiglio.
 
 
 
2. ASSEMBLEA DEI SOCI:
 
L'assemblea dei soci è il massimo organo legislativo sociale.
 
L'assemblea fornisce le direttive dell'associazione e da incarico al consiglio di attuarle.
 
E' suo compito eleggere i consiglieri, il presidente, il collegio dei revisori dei conti e il collegio dei probiviri.
 
L'assemblea dei soci è costituita da tutti i soci aventi diritto al voto.
 
Si riunisce una volta all'anno per approvare il bilancio e per stabilire i programmi.
 
L'assemblea dei soci verrà convocata dal Presidente o all'occorrenza dalla maggioranza dei soci o dai membri del Consiglio.
 
E' facoltà dell'assemblea modificare e/o aggiornare il presente statuto.
 
La prima convocazione a maggioranza assoluta.
 
La seconda convocazione a maggioranza relativa.
 
Ogni socio avente diritto di voto ha dovere-diritto di parteciparvi. Non sono previste deleghe.
 
La maggioranza è stabilita nella misura del 50% + 1 dei soci avente diritto al voto ed è preposta al controllo dell'attività del Consiglio.
 
Ogni socio avente diritto di voto può, mediante petizione firmata dalla maggioranza dei soci aventi diritto di voto, chiedere che venga convocata l'assemblea dei soci, fare proposte, rettificare le decisioni del Consiglio, mediante una relazione motivata e proponente le alternative alla decisione da annullare/ rettificare e farsi carico della loro attuazione. Il Consiglio dovrà prendere atto della decisione della maggioranza dei soci e potrà solo esprimere delle riserve.
 
3. CONSIGLIO:
 
il Consiglio è l'organo eletto dall'assemblea dei soci. E' composto da un presidente, da quattro consiglieri tra i quali il consiglio eleggerà un vicepresidente che potrà sostituire temporaneamente il presidente quando sarà impossibilitato a svolgere il proprio lavoro. Il presidente e i membri del consiglio godranno degli stessi diritti di voto.
 
Dura in carica tre anni. Può essere sciolto anticipatamente dall'assemblea dei soci con maggioranza.
 
 
il Consiglio avrà l'incarico di
 
  • Attuare le direttive dell'assemblea 
  • Emanare i regolamenti riguardanti le attività sociali
  • Amministrare il patrimonio dell'associazione
  • Nominare segretario e tesoriere
 
 il segretario, se scelto fra i soci non consiglieri, pur partecipando alle riunioni del consiglio non avrà diritto di voto.           
 
Tutti i soci possono, pur senza possibilità di intervento, presenziare alle sedute di consiglio.
 
Il presidente è eletto direttamente dall'Assemblea dei soci è una carica effettiva ed avrà la responsabilità di coordinare ed organizzare il lavoro del consiglio. In primo luogo il Presidente ed in sua assenza il Vicepresidente, rappresentano l' associazione secondo i programmi e gli scopi associativi nelle manifestazioni, negli incontri con Enti pubblici e privati, intrattengono contatti con le altre associazioni e federazioni di categoria.
 
 
4. LAVORO A FAVORE DELL'ASSOCIAZIONE
 
Qualunque lavoro, attività, prestazione professionale, amatoriale o artistica svolto dai soci o dai membri del Consiglio per nome e per conto dell'Associazione è svolto a titolo puramente personale e gratuito con l'unico scopo di contribuire a divulgare e conservare l'Arte della Falconeria e la crescita associativa. Tali opere ed i loro eventuali frutti sono pertanto patrimonio dell'Associazione e dei soci. Sono previsti rimborsi solo in casi eccezionali, esclusivamente per spese sostenute in seguito ad incarichi speciali e/o particolarmente impegnativi, se preventivamente autorizzati ed approvati dal consiglio.
 
5. REVISORI  DEI  CONTI:
 
il collegio dei revisori dei conti è composto da tre membri, eletti dall'assemblea e certifica la regolarità del bilancio.
 
6. PROBIVIRI:
 
il collegio dei probiviri è composto da tre membri,  eletti dall'assemblea. E' preposto a dissipare le liti e i contenziosi fra soci e tra soci e associazioni. 
 
 
 
 
Aggiornato, con le modifiche approvate all’unanimità dall’assemblea ordinaria 2009 del 07/06/09
 
© 2015 A.I.F.M Associazione Italiana Falconeria Moderna - Via Bellini 23 - 20823 Lentate Sul Seveso (MB)